Per creare immagini originali da pubblicare online o condividere via whatsapp con gli amici, sono sufficienti pochi strumenti. Sul web è possibile trovare tantissime guide e suggerimenti su come fare lo screenshot della schermata di un PC con windows. In questo articolo ti spiegheremo come creare in maniera estremamente semplice immagini che possono includere la combinazione di diversi elementi grafici, come porzioni di screenshot, forme, frecce, testo, foto, ecc.

Ti mostreremo passo passo come raggiungere questo risultato per ottenere alla fine un file jpeg, png, gif o con altri formati comuni. Per far ciò non avrai bisogno di installare nessun programma e potrai realizzare l’intera procedura sfruttando semplicemente le potenzialità di windows e Microsoft Office. Una volta imparati i meccanismi di base, sarai in grado di realizzare immagini originali e molto ricche di elementi, da poter utilizzare per tuoi scopi senza limitazioni legate al copyright.

Indice:

Gli strumenti per creare immagini originali

Come detto, tutti gli strumenti richiesti per ottenere il risultato che stai cercando sono molto probabilmente già disponibili nel tuo PC. Devi solo assicurarti di avere almeno windows 7 e che sul tuo PC sia presente anche un’istallazione di base di una versione Microsoft Office compatibile con il sistema operativo citato.

Fatto ciò, ti anticipo che sono sufficienti 3 applicazioni per ottenere il risultato voluto:

  1. Windows Strumento di Cattura;
  2. Windows Paint;
  3. Microsoft Office PowerPoint.

Nel caso il tuo PC non fosse equipaggiato con un’installazione di Microsoft Office, ti suggeriamo di di installarne una tra le versioni disponibili. Si tratta di uno strumento ormai indispensabile. Puoi consultare le offerte Amazon per Office Home & Student e Microsoft 365 Personal:

Come aprire gli strumenti

Le recenti versioni di windows consentono di rintracciare velocemente qualsiasi applicazione installata sul PC.

Vediamo per esempio come aprire lo strumento di cattura preinstallato in windows già a partire dalla versione 7. La procedura è semplicissima e composta dai i tre passi riassunti nella figura riportata sotto:

  1. Cliccare con il tasto sinistro sul pulsante start di windows in basso a sinistra;
  2. Digitare “strumento di cattura”;
  3. Prima ancora di completare l’inserimento della frase “strumento di cattura”, apparirà il simbolo mostrato in figura: a questo punto sarà sufficiente cliccarci sopra con il tasto sinistro.
strumento di cattura

Nel caso non avessi gli shortcut a portata di mano, puoi seguire la stessa identica procedura per rintracciare anche Paint e PowerPoint:

aprire paint

Utilizzo dello strumento di cattura

L’utilizzo dello strumento di cattura è piuttosto semplice. Con le sue impostazioni di deafult, questa applicazione consente di catturare porzioni rettangolari dello schermo. Tutto ciò che bisogna fare è cliccare con il tasto sinistro sul pulsante Nuovo e selezionare, tenendo premuto il tasto sinistro, la porzione di schermo che vuoi catturare.

utilizzo strumento di cattura

Configurazione di cattura

Lo strumento di cattura può essere configurato cambiando alcune impostazioni come la modalità di cattura e la cattura ritardata:

configurazione strumento di cattura

Per esempio, selezionando dal menu Modalità la voce Cattura Finestra, è possibile acquisire direttamente l’intero schermo invece della selezione rettangolare scelta dall’utente.

La cattura ritardata, configurabile dal menu Ritarda, consente invece di posticipare lo scatto dello screenshot di un tempo predefinito rispetto all’istante in cui viene cliccato il pulsante Nuovo. Questa impostazione è particolarmente utile quando per esempio si vuole catturare un menu a scomparsa che altrimenti sfuggirebbe alla cattura nel momento in cui si clicca sul pulsante Nuovo.

Screenshot per creare immagini originali

Una volta catturato uno screenshot, il risultato può essere salvato in un qualsiasi formato standard (jpg, png, ecc.) semplicemente cliccando sul menu File, selezionando la voce Salva con nome:

salvataggio screenshot

Gli screenshot salvati in questo modo possono essere successivamente aperti con Paint per essere modificati secondo le specifiche esigenze. Per esempio, potrebbe essere necessario ritagliare alcune parti od oscurare informazioni personali.

Importare gli screenshot in PowerPoint

Per creare le tue immagini originali, il passo successivo consiste nell’importare i tuoi screenshot in PowerPoint. Per far ciò devi innanzitutto sapere che, una volta scattato lo screenshot, il risultato è reso automaticamente disponibile sia all’interno dell’interfaccia strumento di cattura, sia nella memoria del computer. Ne consegue che l’immagine associata allo screenshot può essere incollata su qualsiasi programma di windows che consenta di incorporare le immagini. PowerPoint fa parte di questa categoria.

Per incorporare quindi l’immagine in PowerPoint, è possibile procedere in questo modo:

  • Aprire PowerPoint;
  • Posizionarsi su una nuova diapositiva vuota, eventualmente creandola attraverso il menu inserisci della barra multifunzione, cliccando sulla voce Nuova Diapositiva;
  • Posizionarsi sul punto della diapositiva dove si vuole inserire lo screenshot e cliccare sul tasto destro del mouse;
  • Selezionare la voce l’opzione Immagine del menu Opzioni Incolla, come mostrato dalla figura seguente.
importare screenshot in powerpoint

Aggiungere elementi PowerPoint all’immagine

Una volta incollato uno screenshot in una diapositiva vuota otterrai un risultato simile a quello mostrato di seguito:

aggiungere elementi powerpoint

Vediamo adesso in che modo arricchire questa immagine con alcuni elementi aggiuntivi. A questo scopo risultano particolarmente utili gli strumenti di disegno di PowerPoint raggiungibile dal menu Home della barra multifunzione:

strumenti di disegno

Supponiamo per esempio di voler incorniciare, all’interno di un rettangolo disegnato a nostro piacimento, lo screenshot incluso nella diapositiva di prima. A questo scopo è sufficiente selezionare dagli strumenti di disegno il rettangolo e disegnarlo a partire dalla posizione scelta (angolo sinistro superiore) semplicemente cliccando sul tasto sinistro del mouse e trascinando la selezione sino a raggiungere la dimensione voluta in altezza e larghezza:

uso strumenti di disegno powerpoint

Il passo successivo consiste nel personalizzare l’aspetto del rettangolo inserito e nello stabilirne il posizionamento rispetto all’immagine sottostante (screenshot):

configurazione powerpoint

Particolarmente utili sono le seguente possibilità:

  1. Portare in secondo piano il rettangolo
    Una volta selezionato il rettangolo con il tasto sinistro del mouse, tra le varie opzioni, potrai identificare il pulsante Porta indietro. Questo consente di spostare portare in prima piano l’immagine sottostante, in maniera tale che appaia come in figura circondata dal rettangolo stesso.
  2. Formato forma
    Cliccando con il tasto destro del mouse sul rettangolo, tra le varie voci disponibili, apparirà Formato forma. Una volta selezionata questa opzione, ti apparirà il menu mostrato sulla destra dell’immagine precedente. Da qui potrai personalizzare a tuo piacimento il rettangolo, selezionando per esempio il tipo ed il colore del riempimento o il tipo, il colore e lo spessore della linea perimetrale.

Con questo meccanismo potrai inserire e personalizzare qualsiasi elemento tu voglia aggiungere alla tua immagine (frecce, cerchi, quadrati, linee, rombi, ecc.).

Creare immagini originali esportandole in file

Per creare finalmente la tua immagine sotto forma di file unico comprendente lo screenshot e gli oggetti aggiuntivi, come prima cosa bisogna selezionare tutti gli elementi, che nel nostro esempio sono il rettangolo e lo screenshot. Per far ciò è sufficiente tenere premuto il tasto sinistro del mouse e trascinare la selezione per includere gli elementi in questione.

A questo punto, cliccando con il tasto destro del mouse, si aprirà un menu attraverso il quale potrai selezionare la voce Salva come immagine. Fatto ciò si aprirà un’altra finestra dove potrai scegliere la destinazione del file ed il formato dell’immagine (png, jpg, ecc.):

creare immagini originali

Il risultato finale sarà ovviamente quello mostrato di seguito:

immagine originale ottenuta

Potrebbe essere utile leggere anche Smart home, domotica e oggetti connessi.


Per rimanere aggiornato su questo e altri argomenti iscriviti alla Newsletter.