In questo articolo della guida gratuita Imparare Excel parliamo di uno strumento fondamentale per la realizzazione dei fogli di calcolo automatici, i riferimenti Excel. Vedremo in particolare i riferimenti relativi, le formule di base ed il modo in cui questi concetti possono essere sfruttati per automatizzare i calcoli.

Indice:

Cosa sono i riferimenti Excel

Un riferimento Excel non è altro che un collegamento, inserito all’interno di una cella, che permette di richiamare il contenuto di un’altra qualsiasi cella della cartella di lavoro.

Vediamo, con un esempio concreto, come inserire un riferimento. Immaginiamo di voler ricopiare il contenuto della cella B2 all’interno della cella D2. A tale scopo puoi procedere come segue:

  1. Seleziona la cella D2 cliccandoci sopra con il tasto sinistro del mouse;
  2. Digita il simbolo = , solitamente raggiungibile attraverso il tasto 0 della tastiera, tenendo premuto contemporaneamente il tasto SHIFT;
  3. Clicca sulla cella che vuoi collegare (nell’esempio B2);
  4. Premi il tasto INVIO per completare la procedura.

Al passo 3, all’interno della cella D2, subito dopo il simbolo dell’uguale verrà visualizzata la scritta B2 come illustrato nella figura sotto. Invece di selezionare la cella che vuoi collegare cliccandoci sopra con il mouse, puoi anche scrivere direttamente B2 subito dopo aver digitato il simbolo dell’uguale.

riferimenti excel

Il risultato della procedura sarà visibile dopo aver premuto INVIO. Una volta inserito il riferimento del nostro esempio, ovvero nella destinazione D2 partendo dall’origine B2, qualsiasi cambiamento apportato al contenuto della cella di origine (B2) sarà automaticamente riflesso alla cella di destinazione D2.

Riferimenti relativi

Il riferimento visto nell’esempio precedente è di tipo relativo. Più precisamente, il collegamento verso la cella B2 è relativo alla posizione della cella D2.

In concreto, questo significa che copiando la cella D2 e incollandola, per esempio, sulla cella D3, il riferimento verrà automaticamente aggiornato verso la cella che ha la stessa posizione relativa di B2 rispetto a D2: il nuovo collegamento relativo alla cella D3 sarà quindi verso la cella B3.

L’intera procedura da seguire è riassunta di seguito.

Copia il riferimento dalla cella D2

Innanzitutto inserisci un valore qualsiasi nella cella B3 (nel nostro esempio abbiamo inserito il numero 200).

  1. Clicca con il tasto destro del mouse sulla cella D2.
  2. Seleziona la voce copia dal menu che verrà mostrato.
copiare riferimento excel

Incolla il riferimento sulla cella D3

  1. Clicca con il tasto destro del mouse sulla cella D3.
  2. Seleziona la voce incolla dal menu che verrà mostrato, assicurandoti di selezionare l’opzione evidenziata dal rettangolo rosso di figura.
incolla

Vedremo nelle lezioni successive il significato delle altre opzioni presenti nel menu incolla.

La procedura appena vista consente quindi la traslazione verticale dei riferimenti, ovvero di applicare lo stesso riferimento (relativo) alle celle di una stessa colonna. In realtà la stessa identica procedura può essere utilizzata per la traslazione orizzontale dei riferimenti, ovvero per riportare lo stesso riferimento relativo alle cella di una stessa riga.

Combinando le due cose, è possibile operare una traslazione arbitraria, sia in orizzontale che in verticale. Facciamo un esempio concreto per essere certi di aver compreso la questione. Immaginiamo, nell’esempio precedente, di voler inserire dei riferimenti alle celle F7 e F8, a partire dalle celle H6 ed H7:

traslazione mista

Procedura da seguire:

  1. Seleziona e copia le celle D2 e D3;
  2. Posizionati sulla cella H6;
  3. Incolla in questa posizione attraverso l’opzione vista prima.

Nelle lezioni successive verranno discussi anche i riferimenti assoluti, altrettanto utili per gestire molti casi pratici di interesse.

Formule di base

Prima di discutere in che modo i riferimenti Excel possono essere utilizzati nella realizzazione dei fogli di calcolo automatici, vediamo brevemente quali sono i meccanismi per eseguire calcoli di base, ovvero utilizzando Excel come una semplice calcolatrice. Una volta visti tali meccanismi, la comprensione di come i riferimenti possono essere utilizzati all’interno delle formule risulterà piuttosto semplice.

In generale, posizionandosi su una cella del foglio di lavoro, è possibile eseguire qualsiasi operazione di somma, sottrazione, divisione o inserire espressioni matematiche complesse che fanno uso di molteplici operatori. A questo scopo, prima di inserire la formula, è sempre necessario digitare come primo carattere il simbolo dell’uguale (=).

Vediamo come procedere attraverso un esempio concreto. Immaginiamo di voler calcolare la seguente espressione matematica:

(150 – 50) / 2

A questo scopo è sufficiente digitare il simbolo dell’uguale nella cella dove vogliamo visualizzare il risultato del calcolo, scrivere l’espressione esattamente come l’abbiamo riportata e premere INVIO:

formula excel

Formule Excel con riferimenti relativi

Adesso che abbiamo visto come usare i riferimenti Excel e come inserire le formule, possiamo finalmente combinare i due concetti per ottenere il calcolo automatico, ovvero l’aggiornamento automatico del risultato prodotto da un’espressione matematica ogni volta che cambia il contenuto di una cella utilizzata come riferimento dalla stessa espressione.

A questo scopo inseriamo i valori 150, 50 e 2 dell’espressione precedente, rispettivamente nelle celle A2, B2 e C2. Cambiamo inoltre l’espressione inserita nella cella D2 rimpiazzando i valori con i relativi riferimenti appena definiti:

formula excel con riferimenti

Ovviamente il risultato del calcolo non cambia.

Supponiamo adesso di aggiornare almeno uno dei valori tra A2, B2 e C2. Per esempio, in corrispondenza della cella C2, sostituiamo il 2 con 4. In questo modo, il risultato riportato nella cella D2 verrà automaticamente aggiornato, cambiando da 50 a 25.

esempio calcolo

Possiamo infine sfruttare la traslazione verticale dei riferimenti relativi, copiano la cella D2 in quelle sottostanti (D3, D4, D5, ecc.). In questo modo su ogni riga verrà calcolata la stessa espressione considerando però i valori riportati sulla riga stessa. Per esempio, il risultato riportato in D3 sarà ottenuto considerando i valori inseriti nelle celle A3, B3 e C3.

Per rimanere aggiornato su questo e altri argomenti iscriviti alla Newsletter.