La funzione SE di Excel permette di specificare l’azione da compiere solo al verificarsi di una determinata condizione e, contestualmente, l’azione da compiere se la condizione specificata non si verifica. Tale funzione consente quindi di creare delle vere e proprio strutture di controllo, analogamente a quanto è possibile fare con il costrutto IF-THEN-ELSE (se-allora-altrimenti) disponibile praticamente in tutti i linguaggi di programmazione. In questo articolo della nostra guida gratuita ti spiegheremo come utilizzare facilmente la funzione SE di Excel, mostrandoti la sua utilità attraverso qualche semplice esempio.

Indice:

Formato, argomenti e uso della funzione SE Excel

L’utilizzo della funzione SE di Excel è abbastanza semplice. Si tratta solo di comprendere il significato dei suoi argomenti e prendere un minimo di dimestichezza per imparare ad applicare questo potente strumento a problemi concreti. Vediamo subito il formato di questa funzione ed il significato di ognuno dei suoi argomenti.

Formato della funzione SE di Excel

La funzione SE è costituita da tre soli argomenti

=SE(test; [se_vero]; [se_falso])

Vediamo subito il significato di ognuno dei tre argomenti.

1. test

Si tratta della condizione controllata automaticamente da Excel per stabilire quale azione compiere.

Un caso semplice e molto utilizzato è quello in cui il test consiste in una condizione di uguaglianza. Per esempio, se vuoi controllare che una determinata celle del tuo foglio di lavoro contiene un valore numerico superiore ad una determinata soglia, la forma da utilizzare è la seguente:

Cella>Soglia

2. [se_vero]

Si tratta dell’azione da compiere nel caso in cui la condizione specificata attraverso l’argomento test è verificata. In generale tale azione è realizzata sulla cella attuale, ovvero nella cella all’interno della quale è stata inserita la funzione SE.

Le possibili azioni possono essere svariate. In generale è possibile rimpiazzare [se_vero] con una formula, una stringa o un’altra funzione. Un esempio comune è quello in cui come azione vogliamo che nella cella venga visualizzata una determinata stringa di testo. In questo caso è possibile inserire al posto di [se_vero] la stringa da visualizzare facendo uso delle virgolette:

Testo da visualizzare se la condizione test è verificata

3. [se_falso]

Analogamente a quanto visto per [se_vero], questo argomento permette di specificare l’azione da compiere nel caso in cui la condizione specificata attraverso l’argomento test non fosse verificata. Valgono tutte le considerazione fatte per [se_vero]. Per esempio, è possibile inserire al posto di [se_falso] una qualsiasi stringa, facendo ancora una volta uso delle virgolette:

Testo da visualizzare se la condizione test NON è verificata

Inserimento della funzione SE

Come tutte le funzioni di Excel, la funzione SE può essere inserita all’interno di una cella qualsiasi del foglio di lavoro, scrivendola direttamente nella barra della formula oppure, in alternativa, utilizzando la procedura guidata che ti abbiamo esposto in uno degli articoli precedenti.

Tale procedura consiste nei 4 semplici passi riassunti di seguito:

  1. Posizionati sulla cella nella quale vuoi inserire la funzione.
  2. Clicca sul simbolo fx presente affianco alla barra della formula.
  3. Seleziona nella finestra apparsa la categoria di funzioni da visualizzare.
  4. Scorri l’elenco ordinato per selezionare la funzione di tuo interesse.

Potrai trovare la funzione SE nella categoria delle funzioni Logiche.

Esempio di utilizzo della funzione SE

Un classico esempio di utilizzo della funzione SE Excel è relativo alla gestione delle opzioni utente. Spesso, durante la creazione del tuo foglio di lavoro, avrai la necessità di offrire all’utente la possibilità di selezionare tra diverse opzioni, che gli consentiranno per esempio di decidere il tipo di rapporto da visualizzare.

Immaginiamo per esempio di avere un foglio di calcolo per la gestione di una contabilità e di voler gestire in questo foglio la contabilità in due diverse modalità: PREVENTIVO e CONSUNTIVO.

In questo caso l’obiettivo è quindi quello di consentire all’utente la selezione della modalità e di visualizzare in una determinata posizione del foglio di lavoro il SALDO CONSUNTIVO o il SALDO PREVENTIVO, in base alla specifica selezione effettuata dall’utente.

Vediamo in che modo progettare questo esempio facendo riferimento alla figura riportata sotto:

1. Selezione della MODALITA’

In questo esempio l’utente potrà scegliere il tipo di saldo da riportare selezionando attraverso la cella B2 tra PREVENTIVO e CONSUNTIVO. Per facilitare questa selezione, potrai creare un menu a tendina secondo quanto ti abbiamo spiegato nell’articolo dedicato.

2. Visualizzazione del TIPO DI SALDO

In base alla specifica selezione dell’utente, in corrispondenza della cella A4, vogliamo che sia visualizzata la scritta “SALDO CONSUNTIVO” oppure “SALDO PREVENTIVO”.

A tale scopo possiamo quindi utilizzare la funzione SE Excel con la seguente forma:

=SE(B2=”CONSUNTIVO; “SALDO CONSUNTIVO”; “SALDO PREVENTIVO”)

Come puoi notare in questo caso l’argomento test della funzione controlla se la cella B2 contiene la stringa “CONSUNTIVO”. Se tale condizione è vera, la funzione visualizzerà la stringa “SALDO CONSUTIVO”. In caso contrario verrà visualizzata invece la stringa “SALDO PREVENTIVO”.

3. Visualizzazione del SALDO

Immaginiamo di voler riportare l’importo del saldo in corrispondenza della cella B4, tenendo conto ancora una volta della specifica selezione effettuata dall’utente.

In questo caso la funzione SE di Excel può essere inserita con la seguente forma:

=SE(B2=”CONSUNTIVO; F7; E7)

L’argomento test della funzione controlla se la cella B2 contiene la stringa “CONSUNTIVO”. Se tale condizione è vera, la funzione riporterà in corrispondenza della cella B4 il contenuto della cella F7. In caso contrario verrà invece visualizzato il contenuto della cella E7.

funzione SE Excel

Altri usi della funzione SE Excel

Con l’esempio appena visto ti abbiamo mostrato due utilizzi leggermente diversi della funzione SE di Excel. In realtà tale funzione ha una grande utilità in tantissimi casi e potrai utilizzarla per risolvere facilmente svariate necessità.

Vediamo a titolo di esempio alcuni casi pratici in cui potrai utilizzare la funzione SE.

Utilizzare la funzione SE di Excel per controllare un intervallo

La funzione SE può essere facilmente utilizzata per controllare per esempio che il valore numerico in una determinata cella sia compreso all’interno di un dato intervallo predefinito. Per esempio, nella seguente forma la funzione SE restituisce 1 se il valore contenuto nella cella A1 è maggiore di 10 e minore di 100, altrimenti restituisce 0:

=SE(E(A1>10; A1<100); 1; 0)

Da notare che in questo caso abbiamo fatto uso della funzione logica di Excel E. Questa in sostanza permette di controllare contemporaneamente più condizione ed è necessario che tutte le condizioni specificate siano vere. In questo specifico esempio è necessario che il valore contenuto nella cella A1 sia >10 e contemporaneamente minore di 100.

Funzione SE di Excel per controllare che una cella vuota

Si tratta di un altro utilizzo molto comune e potente della funzione SE di Excel.

Immagina per esempio di voler riportare nella cella C1 il contenuto della cella B1 solo quando la cella A1 non è vuota.

Questo modo di utilizzare la funzione SE è particolarmente utile quando per esempio vuoi riportare nella colonna C i valori della colonna B solo quando la colonna A non contiene una cella vuota. In questo modo potrai prendere in considerazione nella colonna C solo e soltanto i valori validi della colonna B. In questo caso la validità dei valori è indicata dal fatto le celle dalla colonna A non sono vuote.

nel nostro specifico esempio la funzione SE va quindi inserita in corrispondenza della cella C1 nella seguente forma:

=SE(A1<>””; B1; “”)

Da notare che in questo caso abbiamo utilizzato l’operatore diverso, che in Excel è indicato con la seguente sintassi <> (minore e maggiore).

La condizione di cella vuota può essere rilevata utilizzando invece il simbolo “” (due volte doppie virgolette), il quale indica appunto una stringa vuota.

La funzione SE in questo esempio indica che se la cella A1 non è vuota (A1<>””), nella cella C1 verrà copiato il contenuto della cella B1. In caso contrario la cella C1 rimarrà una cella vuota (“”).

Ti suggeriamo di aprire Excel e provare questo utilizzo della funzione SE di Excel.

Per rimanere aggiornato su questo e altri argomenti iscriviti alla Newsletter.